Palazzina GC a Cinquefrondi (RC)
Progetto: Fabio Carrabetta, Barbara Di Palma
Foto: Fabio Carrabetta

Il progetto consiste nel completamento e nella ridefinizione distributiva e funzionale di una palazzina di cinque piani fuori terra, per la realizzazione di appartamenti da porre in locazione. La stessa, rimasta al rustico del tamponamento per circa 20 anni, tranne che per il piano attico abitato dal proprietario, ha richiesto un' attenta analisi per individuare gli elementi critici e le potenzialità da valorizzare. La richiesta del committente era la realizzazione di alloggi di qualità ma a costi contenuti. Nello specifico l'intervento ha previsto la realizzazione di cinque alloggi per piano, per un totale di quindici, il conseguente riposizionamento e dimensionamento delle bucature, reso necessario per adattarsi alla diversa distribuzione interna e il ridisegno completo delle facciate. Gli alloggi realizzati su ogni piano hanno superficie variabile dai 61 mq per il più piccolo, ai 130 mq per il più grande, per meglio adattarsi alle esigenze di differenti nuclei familiari. In dettaglio, dal punto di vista tecnico, le tramezzature interne sono costituite da blocchi laterizi forati dello spessore di cm 8 e cm 12, intonacati con intonaco civile. Degli stessi materiali sono costituite le tamponature con spessori di 15 e 8 cm , che presentano un'intercapedine d'aria di cm 5. Per garantire una ottimale inerzia termica, alle murature esterne è stato realizzato un isolamento del tipo "a cappotto" in polistirene espanso di spessore cm. 4 e finitura con resina cementizia specifica. Tutti i pavimenti degli alloggi e i rivestimenti di bagni e cucine sono in gres porcellanato antiscivolo di colore grigio e le soglie sono in marmo di carrara. Gli infissi esterni sono in lega di alluminio a taglio termico, preverniciati a caldo finitura alluminio, con vetrocamera del tipo 4-16-4. Le porte interne sono in legno tamburato laccate bianco, mentre il portone di ingresso è in metallo del tipo blindato con finitura esterna in wengè. I balconi degli alloggi hanno pavimentazione in gres porcellanato antigelivo, con bordature in pietra da taglio e sono dotati di nuove balaustre in sostituzione delle vecchie in muratura che sono state demolite. La necessità di ripulire la facciata dalle numerosissime travi a mensola dei balconi ha portato infatti al disegno di una balaustra costituita da profili di metallo zincato e verniciato in colore grigio. Tali balaustre, estese a tutti i piani compreso l'attico, hanno conferito alla palazzina un riconoscibile e ben definito carattere architettonico. Gli alloggi, separati gli uni dagli altri con doppio muro ed interposto pannello isolante acustico, prevedono tutti la netta separazione tra zona giorno e zona notte, una distribuzione fluida degli spazi, sfruttati al meglio e flessibili per adattarsi alle esigenze delle future famiglie che li abiteranno. Resta ancora da completare il piano terra a destinazione commerciale e la terrazza giardino nel piano attico.